"Il ruolo di console era quello di promuovere gli interessi genovesi nei vari consolati sparsi nel Meridione d’Italia, a Napoli, Messina, Palermo e nel Mediterraneo orientale e occidentale, soprattutto in Spagna. I consolati costituivano il centro propulsore delle reti di relazioni locali e sovralocali. I consoli dovevano dimostrare di avere una personalità adeguata al ruolo delicato che andavano a svolgere. I consoli funzionavano in sostanza come cardini essenziali del sistema di raccolta e trasmissione di dati che faceva capo a Genova" (Maria Concetta Calabrese, professore associato di storia Moderna, Università di Catania).

La rete degli Ambasciatori di Genova nel Mondo, nasce per volontà del Sindaco di Genova con una finalità altruistica tesa a rendere la città, in linea con il pensiero del Sindaco e di tutta l'Amministrazione Comunale, più competitiva sotto ogni profilo (industriale, economico, finanziario, culturale, commerciale e turistico).

Il ruolo degli Ambasciatori onorari di Genova nel mondo, si inserisce in una lunga tradizione storica della Città di Genova, volta al dialogo, alle relazioni sociali e internazionali che hanno reso la Superba al centro non solo dei commerci ma della diplomazia del Mediterraneo e oltre. La nuova rete degli Ambasciatori mira, come in antico, a rinsaldare antiche amicizie tra moltissimi paesi del mondo con i quali la Superba ha saputo intrattenere relazioni, scambi culturali e commerciali. Si è sempre detto che i genovesi non sono mai vissuti a Genova, ed effettivamente anche la nuova rete degli Ambasciatori onorari recentemente creata sembra proprio darne dimostrazione.

NOMINE

CONSULTA IL REGOLAMENTO